GIAPPONE storie d’amore e guerra è in mostra a Bologna nelle sale espositive di Palazzo Albergati dal 24 di marzo al 9 di settembre.

“…Vivere soltanto per l’attimo presente, rivolgere tutta la nostra attenzione ai capricci della luna, alla neve, al ciliegio, in fiore, alle foglie del nespolo, cantare, bere vino, provare piacere nel solo ondeggiare, ondeggiare senza curarsi neanche un po’ della miseria che ci guarda in faccia, rifiutando di lasciarci scoraggiare, essere come una zucca che galleggia sulla corrente del fiume. Questo è ciò che noi chiamiamo il mondo fluttuante…”

(Dall’Ukiyo Monogatari, Racconti del mondo fluttuante, Asay Ryoi – Kyoto, 1661)

 

Visitare le oltre 200 opere esposte in GIAPPONE storie d’amore e guerra, significa compiere un meraviglioso viaggio alla scoperta delle atmosfere del periodo Edo, assaporandone ogni aspetto che l’ha caratterizzato, tra geisha, samurai, eroi, attori kabuki, animali fantastici ed elementi legati al mondo della natura colti nel loro aspetto più intimistico così tipico del paese del Sol Levante.

Tra le opere esposte, che includono anche stampe fotografiche colorate a mano, è possibile ammirare alcuni tra i più rappresentativi artisti del Giappone dell’800 quali Hiroshige, Utamaro, Hokusai, Kuniyoshi. Mi sono ritrovata totalmente immersa in un’epoca e in un paese lontano, tra oggetti legati alla vita quotidiana, all’arte, alla scrittura, alla moda e alla guerra. Nel caso vi stiate domandando se questo viaggio valga la pena di essere compiuto, la mia risposta non può che essere un entusiastico sì.

 

Antico stagno/ una rana vi si getta/ suono d’acqua

Matsuo Basho (1664-1694)

 

Palazzo Albergati

Via Saragozza 28, Bologna

Orario apertura
Tutti i giorni dalle 10.00 alle 20.00
(la biglietteria chiude un’ora prima)

Aperture straordinarie
1 aprile 10.00 – 20.00
2 aprile 10.00 – 20.00
25 aprile 10.00 – 20.00
1 maggio 10.00 – 20.00
2 giugno 10.00 – 20.00
15 agosto 10.00 – 20.00

 

Per ulteriori informazioni: Palazzi Albergati